Atlante dell’Arte Contemporanea DeAgostini

atlante
COORDINAMENTO SCIENTIFICO:
Daniele Radini Tedeschi
Stefania Pieralice
ISBN 978-88-51149963
Gennaio 2019

 

DI LORETO, STEFANO
Acciano (AQ), 28 ottobre 1954
TECNICHE: assemblaggi, tecnica mista su tela
GENERE: “Decostruzione concettuale” (Movimento da lui fondato), arte cinetica
CONTATTI: Via Adriatica Nord 25/C, Francavilla al Mare (CH) / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
WEB: www.diloretoartista.it
REFERENZE: Roma, Start

L’artista abruzzese scopre sin da giovane la sua forte passione per l’arte tuttavia la sua evoluzione pittorica diviene nel tempo sempre più astratta e rarefatta. Da un’arte prettamente concettuale in cui il risultato percettivo è secondario rispetto al principio insito introspettivo, giunge poi ad una forma espressiva “frantumata” in cui per arrivare al concetto espresso la figurazione subisce una sorta di “collasso”. Nasce quindi, utilizzando le parole dell’artista, la “Decostruzione concettuale”, un ciclo di opere in cui il Tempo, la Comunicazione, la Globalizzazione, l’Economia, il concetto di Humanitas, il Potere, l’Amore vengono interpretati sulla tela con l’utilizzo di materiali vari, tra cui vernici, plexiglass, marchingegni elettronici, e subiscono inevitabilmente una loro “corruzione”. La mostra inaugurata nel 2016 presso il Museo Michetti di Francavilla al Mare è proprio una summa di queste opere inaugurando l’inizio di un nuovo ciclo vibrante. Nell’ambito della 57. Esposizione Internazionale d’Arte - La Biennale di Venezia Di Loreto, membro del collettivo El Circulo Magico del Padiglione Guatemala, offre all’osservatore il suo animo tormentato, lacerato, con un imponente lavoro oscillatorio “Tempo decostruzione al quadrato” dove il rintocco di ogni secondo viene scandito dal movimento dell’opera, le lancette dell’orologio si bloccano ad una precisa ora, l’ora della Fine, il momento di un ricordo tragico e doloroso. Ed è qui, in quel preciso instante, che l’esistenza perde il senso; l’artista offre al pubblico, tacitamente, il contatto temporale in cui ingiustamente viene meno una vita. Da quell’ora l’arte in se come Bellezza non ha più senso, il termine dovrà evocare solo quel relativismo storico e quella crisi esistenziale in cui l’umanità è piombata. Tuttavia come recita la scrittrice Caterina Di Loreto “Il tempo meccanico non soccombe sotto l’impeto di distruzione, l’orologio sulla tela non si scioglie… nel momento in cui l’artista infatti sembra intenzionato a distruggere e negare il tempo meccanico, costruisce, o meglio recupera, il valore del tempo soggettivo, in una pluralità dicotomica che si afferma come una decostruzione del concetto e che diviene la cifra stilistica dell’artista” E ancora “Davanti alla fuga dei numeri sulla tela, si avverte l’impressione che quelle cifre desiderino per prime distaccarsi dall’ingranaggio meccanico per ricongiungersi finalmente a un ideale di bellezza e armonia primigenie di cui sono espressione” (AA.VV. La Marge 57. Esposizione Internazionale d’Arte - La Biennale di Venezia, Padiglione Guatemala, 2017, pp. 158; 159). Ed ecco allora che Di Loreto sostituisce la Scienza alla Coscienza, l’unità di misura dei fenomeni fisici è oramai scandagliata dai flussi dello spirito, dall’esperienza introspettiva, dal vissuto. Sulla falsariga dell’insegnamento kantiano il tempo come realtà oggettiva viene scardinato da quei tocchi di colore che come frustate percuotono l’opera d’arte. Tale impeto, tale pathos così toccante, si manifesta in ogni gesto, in ogni traccia ricondotta all’artista. La società con i suoi valori etici ed estetici risulta sì lacerata e sanguinante ma tiene in sé sempre quel principio universale d’essere restituita a nuova Vita. Tra le più recenti rassegne a cui ha partecipato, oltre a quella sopra citata, ricordiamo: Italian Style presso palazzo Versace a Dubai nel 2016; Miami River Art Fair del 2016 negli U.S.A. e L’Italia degli Artisti in occasione dell’anno giubilare svoltasi a Roma nel 2016.

INDICI DI MERCATO
Nome Di Loreto Stefano
Quotazioni (50x70 cm.) € 7.000,00
(70x100 cm.) € 8.500,00
(100x150 cm.) € 10.000,00

Eccezione:
(210x130 cm.) € 30.000,00
Lotti non venduti 0%
Estensione IT (Italia)
Fascia ML
(medium low)
Plusvalenza + 35%
(evoluzione dei prezzi)
Trend +
(crescente)
Giudizi della redazione °°°
(attenzione rilevante)